| More

Resistere lungo "le cattive strade" con De André

Intervista ad Andrea Scanzi a poche ore dall'esordio a Lunatica

di Margherita Mazzarella

Grande ritorno di Fabrizio De André, con lo spettacolo di Andrea Scanzi e Giulio Casale. In apertura della 21esima edizone del Lunatica Festival, la voce recitante più apprezzata dagli amanti di De André ha risposto alle nostre domande.

Quest'anno Lunatica ha un filo conduttere, che lega un pò tutti gli spettacoli: la Resistenza. In che senso il tuo spettacolo risponde a questa proposta?
Bhe io onestamente non voglio e neanche posso dire se il mio spettacolo resiste. 
Però posso dire con assoluta certezza che De André resiste. 
Per come è stata la sua vita, umana ed artistica: non vi è dubbio sul fatto che stiamo parlando di un artista che "resiste", al tempo, alla polemiche, alle critiche: resiste.

Cosa secondo te lo fa "resistere"?
Il fatto che esistano artisti come me, che possono essere apprezzati come no da pubblico, ma che scelgono lui per dire qualcosa, scelgono di recuperarlo, e di considerarlo un punto di partenza per riflessioni, pensieri, anche polemiche e critiche. 
Lo scegliamo, e mi riferisco a me stesso e a quanti lo conosco e lo amano (o lo odiano), per poi interiorizzarlo e proporlo ad un pubblico che alla fine ha sempre l'ultima parola. 
In questo senso De Andrè resiste, il mio spettaoclo chissà...

Perchè avete scelto di accettare l'invito di Lunatica?

Lunatica è un Festival che per definizione "resiste", quindi la nostra produzione non poteva che accettare con entusiasmo questo invito, per giunta con questo filo conduttore, e per giunta avendo la città di Massa come location.

In che senso?
Nel senso che Massa è stata ed è una città che resiste, dal punto di vista strettamente storico ovviamente, ma anche da quello sociale e culturale. Lunatica sceglie anche le location dei suoi spettacoli in base a precisi criteri, giusto? E in questo caso è evidente che la location è stata scelta non solo ma sicuramente anche in base al tema indicato, e allo spettacolo in questione.

Non è casuale neanche che sia stato scelto questo filo proprio quest'anno
.
Un ulteriore motivo per aderire: ricorre quest'anno il 70esimo anniversario della liberazione della città: questo spettacolo può celebrare questa data epocale senza il minimo dubbio. 

Proprietà dell'articolo
creato:sabato 18 luglio 2015
modificato:sabato 18 luglio 2015